Category Archives: Panacee letterarie

n.3 Xiao Qing

La terra come una tazza si riempie del liquore del sole, sazia di luce giace, e non parla. Il suo respiro è la foglia che trema sulla bocca dell’estate.

n.2 Xiao Qing

E’ un filo di luce, che lega sull’onda la schiuma ed il cielo.

n.1 Xiao Qing

Come nuvole sull’acqua passa la primavera… Il cuore conta a voce bassa i fili d’erba nel vento.

RAPIMENTI

Goethe, Yeats, Keats hanno in comune, a parte l’ovvio, il fatto di aver narrato di rapimenti. Goethe scrisse Il Re degli Elfi (Erlkönig), che lessi per la prima volta nel libro di educazione musicale alle scuole medie e che credo non sarò mai in grado di leggere nell’originale. W. B. Yeats è l’autore di The […]

INNAMORAMENTO E LETTERATURA

Da qualche giorno sto rileggendo “Possessione” di Antonia S. Byatt. Si tratta di un romanzo che ho molto amato e che, riletto a distanza di alcuni anni, ha guadagnato ancora molto ai miei occhi. Insomma, lo candido senz’altro a classico. Ho cominciato a rileggerlo per via della storia di Melusina e delle leggende bretoni, ma […]

Swinburne: love and sleep

Lying asleep between the strokes of night I saw my love lean over my sad bed, Pale as the duskiest lily’s leaf or head, Smooth-skinned and dark, with bare throat made to bite, Too wan for blushing and too warm for white, But perfect-colored without white or red. And her lips opened amorously, and said– […]

Non ci sono più i romanzi di una volta

Ho letto la produzione completa di Jane Austen, in inglese e in italiano (anche in più traduzioni, all’occorrenza). Ho letto anche i frammenti di romanzi incompiuti; ho visto, anche se sarebbe più corretto dire esaminato fotogramma per fotogramma, numerose riduzioni televisive e cinematografiche; le migliori restano quelle prodotte dalla BBC negli anni ’80 e ’90, […]