Category Archives: …di nuovo sui banchi di scuola

春曉 Alba di primavera

春眠不觉晓, 处处闻啼鸟, 夜来风雨声, 花落知多少. 孟浩然   Primavera – nel sonno non sento giungere l’alba ovunque s’odono cinguettii d’uccelli la notte è venuta col suono del vento e della pioggia chissà quanti fiori sono caduti Meng Haoran

La luna di Mezzo Autunno

Le nuvole dense si dissolvono nel tramonto dilaga, limpido, il freddo. Scorre senza suono la ruota di giada nel Fiume d’Argento. Questa vita, questa notte – una soavità rara. La prossima luna, il prossimo anno, dove la vedrò?

LE TRECENTO POESIE TANG (III)

IL GIARDINO DELLA VALLE DORATA La gloria del mondo si dissolve in polvere fragrante. Scorre l’acqua senza turbarsi ‒ rinasce spontanea l’erba. Al tramonto, grida d’uccelli nel vento dell’est. Cadono fiori come lei cadde, gettandosi dalla torre. *   *Si fa riferimento al suicidio di Perla Verde, una concubina che scelse la morte piuttosto che […]

LE TRECENTO POESIE TANG (II)

IL RIFUGIO TRA I BAMBÙ Solo, nella quiete dei folti bambù, pizzico le corde del liuto, accenno a labbra chiuse la melodia. Nel bosco, all’insaputa di tutti – sola mi giunge, luminosa, la luna.

LE TRECENTO POESIE TANG (I)

L’EREMO DEL PARCO DEI CERVI Vuota è la montagna – non vedo nessuno solo, odo fantasmi di voci. Ancora la luce del sole, penetrando nel fitto degli alberi, si riflette, scintilla sul muschio.

LU LI

Se vieni a cercarmi e la mia porta  è chiusa mi troverai in riva al lago nel mezzo del verde vado a cogliere canti di primavera

ALICE

Ogni tanto la osservo quando non se ne accorge, quando intreccia una collana di margherite, o quando dorme, come ora. Non c’è nulla che mi dia più piacere di quest’angolo di fiume nei pomeriggi d’estate. Alice ha appoggiato la testa sulle mie ginocchia e si è addormentata profondamente, di un sonno compatto, e la fronte […]

NELL’ACQUA: LE RUSALKE

Fin tanto che l’onda dove sei nata ti cullerà, non desiderare mai di avere un’anima, certo no, perché un’anima è il peccato. Come molte sorelle, non necessariamente acquatiche ma certo dotate di poteri misteriosi, le rusalke sono bianche e verdi. Il bianco è della pelle che si scorge appena, il verde è dei lunghi capelli, […]

“la rusalka” di alexandr puskin – riscrittura in forma di favola

La Rusalka è un’opera teatrale di Alexander Puskin, rimasta incompiuta. Qui il testo, tradotto in italiano, che resta interrotto sul più bello, come da manuale. L’argomento della ninfa d’acqua dolce, ondina malevola e inesorabile, doveva esercitare un certo fascino sullo scrittore, che nel 1819 scrisse anche un poema sull’incontro fra una rusalka e un monaco: […]

la nuvola (filastrocca per viviana iv)

La nuvola d’estate nel cielo tutto azzurro trascorre le giornate a cogliere il sussurro del vento giù fra i rami osserva i topolini ne ascolta poi i richiami fra erba e sassolini. Vorrebbe compagnia, qualcuno lì vicino: ma, che malinconia! neppure un uccellino per fare due parole. Sta sola fino a sera… quando poi cala […]